Quella di Beatrice Ceroni è, nel campo della ceramica,  una formazione artistica a dir poco “classica”, in tutti i sensi.  Prima la Scuola di Ceramica di Montelupo, poi il Liceo Artistico Leon Battista Alberti di Firenze.

Dopo il diploma, per imparare il mestiere a regola d’arte, Beatrice ha iniziato un lungo percorso che l’ha portata, per 15 anni, a lavorare in tante botteghe diverse, a Firenze, Impruneta, Certaldo, Montelupo, imparando tutto, ma proprio tutto, sulla lavorazione della ceramica secondo la migliore tradizione montelupina e toscana.

A poco a poco, in questo suo cammino artistico, Beatrice ha iniziato a dedicarsi a decori sempre più moderni e contemporanei, ispirati dalla natura, dagli animali, letti e interpretati e filtrati, in modo quasi onirico, attraverso la sua sensibilità fresca e giovanile.

Nel  piccolo ma accogliente atelier che ha aperto da poco al Vecchio Conventino, Beatrice decora e cuoce le sue ceramiche, sempre felice di accogliere nuovi clienti e parlare del suo lavoro e delle sue creazioni.  La porta del suo laboratorio è sempre aperta perché, come lei stessa dice, i suoi clienti, siano essi privati od operatori di settore, “sono tutte persone molto speciali”.