E’ dal 1987 che Concita Vadalà opera a livello professionale nel campo del restauro del tessile antico.

Dopo aver conseguito il titolo di restauratrice nel settore tessile-arazzi  all’Opificio delle Pietre  Dure di Firenze, Concita Vadalà si è laureata  in Tecnologie per la Conservazione ed il Restauro dei Beni Culturali presso l’Università della Tuscia a Viterbo.

Da quel momento in poi, non ha mai smesso di approfondire ed ampliare le sue conoscenze, sia frequentando l’Università di Firenze, dove ha studiato in particolare le tematiche del restauro tessile con particolare riferimento al restauro del costume e alla microbiologia applicata alle opere d’arte, che seguendo corsi di specializzazione delle tecniche tessili al C.I.E.T.A. di Lione.

Per la sua attività di restauratrice Concita Vadalà si è trovata a contatto con tantissime opere: sculture devozionali vestite, bambole, abiti ed accessori di ogni tipo ed epoca, arazzi, tappeti, arredi tessili, parati ecclesiastici, tessuti dipinti, contribuendo al restauro di tante famosissime opere presenti in molti musei italiani.

Ma l’attività di Concita Vadalà non si limita al restauro: nel suo laboratorio al Vecchio Conventino  ama creare  abiti, sciarpe, borse, tende, utilizzando filati tinti con materiali naturali, che lei stessa raccoglie.